Museo Biologico a Stoccolma | Biological Museum

Se ti piacerebbe vedere un’esposizione di mammiferi, uccelli scandinavi e una varietà di affascinanti creature, il Museo Biologico sull’isola di Djurgården è una destinazione imperdibile. Questo museo offre un’esperienza unica, permettendoti di esplorare e conoscere da vicino la ricca biodiversità del nord Europa in un ambiente accogliente e informativo.

Museo Biologico a Stoccolma

Il Museo Biologico (Biologiska Museet in svedese), si trova a Djurgården a pochi passi dal Museo Skansen, al Museo degli Abba, il Museo dei Vichinghi, uno dei musei più visitati a Stoccolma).

Il Museo Biologico di Stoccolma è un museo di storia naturale ed è uno dei quattro musei dei paesi nordici. È stato inaugurato nel 1893 e si dedica all’esposizione di mammiferi e uccelli scandinavi nel loro habitat naturale. Fondato da Gustaf Kolthoff, curatore del Dipartimento di Zoologia dell’Università di Uppsala, il museo ha beneficiato anche del supporto del pittore Bruno Liljefors, amico e compagno di caccia di Kolthoff.  

Gli altri musei sono il Museo Biologico di Turku (1907), il Museo Biologico di Uppsala (1910) e il Museo Biologico di Södertälje (1913). La caratteristica comune a tutti i musei è la presenza di diorami che illustrano vari ecosistemi naturali, arricchiti da una vasta collezione di animali imbalsamati.

L’architetto Agi Lindegren progettò l’edificio, ed è caratterizzato da facciate e tetto rivestiti in trucioli di legno trattati con catrame. Questo design si ispira alle chiese a doghe medievali della Norvegia. Le intricate sculture in legno in rilievo sul portale evocano la chiesa a doghe di Borgund. L’architettura dell’edificio può essere descritta come di stile romantico nazionale.

Nel 1970, il Museo Biologico di Stoccolma è passato sotto la gestione della Stiftelsen Skansen, mantenendo la sua collezione originale di specie animali. L’edificio del museo rappresenta l’unico panorama conservato nell’area nordica.

Tuttavia, ad agosto 2017, il museo decise di chiudere per eseguire alcuni lavori di ristrutturazione, una decisione influenzata non solo dalle cattive condizioni dell’edificio, dal calo dei visitatori e dalla mancanza di fondi per la manutenzione, ma anche da un evento critico avvenuto anni prima.

Il 5 luglio 2008, verso le 20:00, un incendio si sviluppò su una parete esterna del museo. Nonostante l’intenso fumo, l’intervento tempestivo dei pompieri e l’allarme rapido lanciato dalle guardie presso una barriera stradale vicina a Djurgårdsvägen, che iniziarono le operazioni di spegnimento, hanno impedito la distruzione totale del museo. Fortunatamente, nessuno degli oggetti esposti o dei dipinti all’interno del museo subì dei danni. L’incendio, sospettato di essere stato doloso, ha evidenziato ulteriormente la necessità di lavori di ristrutturazione per garantire la sicurezza e la conservazione del patrimonio del museo.

Tuttavia, nello stesso anno, è stata fondata l’Associazione Amici del Museo Biologico per promuovere il futuro del museo, concentrandosi su natura, arte e clima.

Nel 2018, il museo ha ricevuto il riconoscimento di edificio monumentale dal Consiglio della contea di Gotland.

Collezione del Museo Biologico di Stoccolma

La collezione esposta al Museo Biologico a Stoccolma comprende animali imbalsamati, disposti insieme a elementi naturali davanti a sfondi pittorici che creano un effetto di profondità illusoria. L’edificio ospita gli showroom su tre livelli. Al piano terra si trovano l’ingresso principale, la biglietteria, una riproduzione di una grotta di Spitsbergen e una valle della Groenlandia orientale, con sfondi dipinti da Kjell Kolthoff, figlio del fondatore del museo, Gustaf Kolthoff.

Una maestosa scala in legno porta ai diorami, visibili attraverso finestre su due piani, offrendo una vista panoramica a 360 gradi. Questi diorami rappresentano vari paesaggi, dall’interno alla costa, e gli animali che vi abitano.

Bruno Liljefors, assieme a Gustaf Fjæstad, realizzò tutti i dipinti di sfondo in questa area. L’edificio presenta circa 300 esemplari imbalsamati di specie animali nordiche. Si ritiene che questo museo sia stato pioniere nell’uso dei diorami su larga scala per simulare ambienti naturali, influenzando i musei di storia naturale di rilievo come quelli di New York e Chicago.

L’illuminazione del panorama dipende esclusivamente dalla luce naturale, variando l’esperienza visiva a seconda della stagione, dell’ora e delle condizioni meteorologiche.

In conclusione, il Museo Biologico di Stoccolma rappresenta una tappa fondamentale per chiunque sia interessato a esplorare la ricca storia naturale e culturale della città. Dopo aver visitato questo museo, vi consigliamo di approfittare delle numerose opportunità che Stoccolma offre per arricchire ulteriormente la vostra esperienza.

Per esempio, potete visitare Stoccolma gratis, scoprendo i suoi numerosi parchi, monumenti storici e quartieri pittoreschi senza spendere un centesimo.

Per chi ha pochi giorni a disposizione consigliamo di non perdere il completo itinerario di Stoccolma in 3 giorni e fare un tour delle isole più belle dell’arcipelago, la quale offre una vista mozzafiato sulle innumerevoli isole che costellano il mare intorno alla città, un’esperienza davvero unica. Infine, non dimenticate di esplorare l’isola Djurgården, il cuore verde di Stoccolma, un’oasi di tranquillità, ideale per fare delle passeggiate rilassanti oppure un picnic in famiglia, dove potrai vedere anche altre attrazioni di Stoccolma.

Se stai pianificando il tuo soggiorno in città e ti stessi chiedendo in che zona conviene alloggiare a Stoccolma, ci sono diverse opzioni che si adattano a varie esigenze e budget. Scegliere il giusto quartiere per il vostro alloggio può migliorare significativamente la vostra esperienza di viaggio, permettendovi di accedere facilmente alle principali attrazioni turistiche, ai ristoranti, ai negozi e ai mezzi di trasporto pubblico. Per questo ti consiglio di non perdere la guida di dove dormire a Stoccolma in cui troverai consigli e quartieri migliori dove alloggiare.

Se invece desideri soggiornare nei dintorni del Museo Biologico e approfittare degli altri musei nei dintorni di Stoccolma allora ti consiglio di provare l’Hotel Hasselbacken che si trova accanto al Museo aperto Skansen oppure, nello stesso edificio del Museo degli ABBA si trova il Backstage Hotel Stockholm.

Lascia un commento