Stieg Larsson 

All’anagrafe Karl Stig-Erland Larsson ma conosciuto come Stieg Larsson, nato a Skellefteå il 15 agosto 1954 nel nord della Svezia ed è morto il 9 novembre del 2004 a Stoccolma a causa di un attacco Cardiaco.

Chi era Stieg Larsson?

Giornalista e scrittore svedese, noto alla gente per le azioni e le sue battaglie contro il razzismo e contro l’estrema destra Svedese.

Divenuto famoso come scrittore della trilogia Millennium che gli ha sicuramente portato una grossa fama a livello mondiale purtroppo postuma perché lo scrittore è purtroppo venuto a mancare un anno prima per un’attacco cardiaco, i romanzi sono quindi usciti dopo la sua scomparsa ma hanno portato un successo enorme e una consacrazione postuma a Larsson.

Il primo romanzo che ha lanciato il suo nome nel mondo della hall fame degli scrittori è sicuramente uomini che odiano le donne, pubblicato nel 2005.

Il secondo dei romanzi della trilogia è La ragazza che giocava con il fuoco uscito nel 2006.

La trilogia si conclude nel 2007 con La Regina dei Castelli di Carta, volume che conclude una trilogia che consacra definitivamente Larsson nella classifica degli autori più conosciuti nel mondo.

Tradotti in oltre trenta lingue e con milioni di copie vendute, sono sicuramente il lavoro letterario più famoso di Larsson che scomparso prematuramente non ha sicuramente potuto godere del successo essendo scomparso l’anno prima della loro uscita.

All’onor di cronaca sembrerebbe che ci sia anche un quarto volume, che sia stato composto per una grossa fetta da Stieg prima della sua scomparsa, la casa editrice ha annunciato più volte che vorrebbe concludere il volume e pubblicare il 4 capitolo ma ad oggi non si hanno notizie in merito.

Attualmente i diritti della Trilogia Millennium sono gestiti dalla Società Moggliden AB, che ne gestisce tutt’ora le pubblicazioni e le varie ristampe che nonostante gli anni sono continuamente

Intorno all’eredita di Larsson c’è stata ovviamente una grande diatriba essendo i soldi sicuramente tanti e di livello, ma vogliamo evitare di parlarne per il semplicissimo fatto che è una pagina dedicata all’opera di uno degli scrittori Svedesi più famosi, il resto sono fatti di cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *