ALFRED NOBEL

 

Alfred Nobel, nacque il 21/10/1833 a Stoccolma e morì il  10/12/1896 a San Remo (Imperia). Alfred Nobel fu un chimico-fisico svedese, che inventò la dinamite, fu un industriale, un ingegnere e fu fondatore del Premio Nobel.

 

Le invenzioni di Alfred Nobel avevano lo scopo di essere utilizzate per scopi civili e non bellici ma che furono utilizzate da subito anche per fini bellici. Questa dualità può essere vista come la base per le disposizioni testamentarie di Alfred Nobel e per la creazione dei Premi Alfred Nobel.

 

Oltre che essere uno scienziato, Alfred Nobel era molto interessato all’arte e alla letteratura tanto che fu anche autore di alcune opere letterarie. Alfred Nobel scrisse sia in svedese che in inglese. Esse riflettono la solitudine, la malinconia e la noia con la vita. Aveva una biblioteca di circa 2000 libri. L’interesse letterario si riflette nella disposizione del testamento con il premio Nobel per la letteratura.

 

Alfred Nobel era uno dei quattro figli di Immanuel Nobel, anch’egli un inventore. Nel 1842 la famiglia, dopo che il negozio di meccanica del padre fallì in Svezia, si trasferì a San Pietroburgo.

 

Nel 1863 Alfred Nobel ritornò a Stoccolma, e Alfred Nobel cominciò a studiare gli esplosivi, in particolare la nitroglicerina. Gli esperimenti avevano luogo a Södermalm, il quartiere meridionale di Stoccolma, in un laboratorio. Nel 1864 ci fu  un’esplosione che uccise il fratello di Alfred Nobel; Emil di 21 anni. Alfred Nobel aveva incontrato lo scopritore della nitroglicerina, Ascanio Sobrero, un piemontese, e si rese conto che il suo potere doveva essere sfruttato al meglio.
Alfred Nobel registrò un numero molto elevato di brevetti, e molti di loro anche in tutto il mondo, per un totale di oltre 350 brevetti. Questi comprendevano anche diversi esplosivi sotto varie forme. Al fine di sfruttare le sue invenzioni Alfred Nobel aprì fabbriche in tutto il mondo, e fu anche interessato ad industrie di altri settori.
Con i suoi fratelli Robert e Ludvig cominciò ad estrarre petrolio a Baku, in Azerbaijan. La società divenne ben presto la seconda società più grande al mondo di petrolio, dopo Standard Oil di Rockefeller. Nel 1918 con la rivoluzione russa finì l’influenza dei fratelli Nobel in questi settori.

 

Un esempio di come importante fosse questa invenzione, è la costruzione del tunnel del Gottardo dove furono risparmiati 20 milioni di franchi in termini di denaro, ed  anche in termini di tempo i lavori si conclusero alcuni anni prima rispetto le previsioni. Negli anni 90 del 1800 Alfred Nobel trasferì il suo laboratorio tecnico e scientifico da Parigi, alla sua villa di San Remo in Liguria dove visse fino alla sua morte avvenuta il 10 dicembre del 1896. La sua tomba si trova a Stoccolma.

 

LA VITA PERSONALE E GLI AMORI DI ALFRED NOBEL

 

Alfred Nobel viaggiò per gran parte della sua vita, mantenendo le aziende in diversi paesi in Europa e Nord America ma ufficialmente visse a Parigi dal 1873 al 1891. Rimase una persona solitaria con periodi di crisi depressiva. Alfred Nobel rimase celibe, tuttavia ebbe almeno tre amori. Il primo amore di Alfred Nobel fu a Sanpietroburgo con una ragazza di nome Alexandra, che respinse la sua proposta. Nel 1876 la contessa Bertha Kinsky diventò la segretaria di Alfred Nobel. Ma dopo una breve relazione lo lasciò per sposare, il barone Gundaccar Arthur von Suttner. Alfred Nobel e Bertha continuarono una corrispondenza fino alla sua morte nel 1896. Molti ritengono che il premio Nobel per la Pace sia stato istituito da Alfred Nobel nel suo testamento sotto suggerimento di Bertha Kinsky. L’ultimo suo grande amore fu con una viennese Sofie Hess, che aveva incontrato nel 1876 e che durò per 18 anni.

 

Nonostante la mancanza di un formale livello di istruzione secondaria e terziaria, Alfred Nobel parlava sei lingue: svedese, russo, francese, tedesco, inglese e italiano.

 

Il premio Nobel per la Medicina

 

Tra i premi Nobel per la medicina ricordiamo Renato Dulbecco nel 1975 e Rita Levi-Montalicini nel 1986. Leggi tutto

 

 

Il premio Nobel per la Chimica

 

Tra i premi Nobel per la Chimica ricordiamo Giulio Natta Insignito del Premio Nobel per la Chimica nel 1963.  Leggi tutto

 

 

Il premio Nobel per la Fisica

 

I premi Nobel per la fisica riconosciuti a livello mondiali sono Guglielmo Marconi 1909, Albert Einstein 1921, Enrico Fermi 1939. Leggi tutto

 

 

Il Premio Nobel per la Letteratura

 

I premi Nobel per la letteratura famosi nel panorama mondiale della storia della letteratura sono Thomas Mann 1929, Luigi Pirandello 1934, Herman Hesse 1946, Ernest Miller Hemingway 1954 e Gabriel García Márquez 1982. Leggi tutto

 

 

Il premio Nobel per la Pace

 

Alfred Nobel specificò nel suo testamento che il premio Nobel per la pace doveva essere assegnato da un comitato di cinque persone e questo doveva essere eletto dal Parlamento di Norvegia. Leggi tutto

 

 

 

Il premio per l’Economia alla memoria di Alfred Nobel

 

Il cosiddetto Premio Nobel per l’economia non è tecnicamente un Premio Nobel, ma è il Premio della Banca di Svezia per le scienze economiche in memoria di Alfred Nobel. Il premio è stato istituito alla fine degli anni 60 su proposta della Banca di Svezia in occasione del trecentenario della sua fondazione. Leggi tutto

 

 

 

Vai alla galleria fotografica delle celebrazioni dei vincitori dei Premi Nobel

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alfred Nobel, La vita di Alfred Nobel, Premi nobel a Stoccolma

Close